yahoobaidu.comgoogleaol.comamazonyahoobaidu.comgoogleaol.comamazon Sistemi ottici » Audifon Pro

↑ Torna a Ausili

Sistemi ottici

Max TV

Occhiali adatti ad essere impiegati esclusivamente per guardare la tv.

Gli occhiali Max TV sono adatti ed essere impiegati esclusivamente per guardare la televisione e non devono essere usati quando si guidano autoveicoli. Gli elementi ottici di Max TV sono stati concepiti per di una distanza di 3m. Max TV è provvisto di una compensazione diottrica (compensazione di un ametrope) di +/- 3 diottrie, che può essere adattata separatamente a ciascun occhio. Sedersi davanti al televisore alla distanza desiderata e indossare gli occhiali Max TV. Chiudere l’occhio sinistro e ruotare la vite zigrinata destra, fino a quando l’occhio visualizza un’immagine nitida. procedere allo stesso modo anche per l’altro occhio.

Sistemi Galileiani

Sistemi ad ampio angolo di campo.

I sistemi Galileiani nascono come sistema per l’osservazione all’ infinito, ma grazie a speciali coppette addizionali sono idonei per osservazioni compresa tra l’infinito e i 63mm di distanza e con ingrandimenti fino a 7.2x. I reading cup sono molto pratici da inserire grazie ad un sistema ad incastro. Sono  disponibili in +0.50; +1.00; +2.00; +3.00; +4.00; +6.00; +8.00; +10.00; +12.00; +14.00; +16.00.Il sistema può essere personalizzato con la refrazione del paziente in modo molto semplice grazie a speciali anelli adattatori nei quali viene inserita la lente di compensazione. Per il montaggio si utilizzano lenti di supporto, costruite in modo da alloggiare l’anello per la lente di compensazione diottrica senza che questa sporga creando difficoltà di adattamento sul viso. Disponibile anche in versione inclinata per applicazioni binoculari per vicino.

Sistemi Kepleriani

Sistemi telescopici per osservazioni non prolungate.

I sistemi telescopici Kepleriani rappresentano la migliore scelta quando si ha la necessità di fornire un sistema lontano/vicino. Il campo ottico ridotto, tipico per questa tipologia di disegno ottico, lo rende ideale per osservazioni non prolungate (osservazione del numero civico di una via, il nome di un citofono, le fermate dell’ autobus, ecc).

Filtri medicali

Filtri fotoselettivi in grado di “tagliare”radiazioni infrarosse e ultraviolette.

Ai nostri occhi giungono, oltre alla luce visibile, anche radiazioni infrarosse e ultraviolette. Queste, anche se non provocano sensazioni visive, sono da ritenersi pericolose per l’occhio stesso. Le ultraviolette, in particolar modo, seppur a radiazioni di onda corta, sono dotate di grande energia in grado di determinare condizioni di stress foto-ossidativo con conseguenti cataratte corticali, congiuntiviti e peggioramento delle patologie retiniche. La luce blu della radiazione ultravioletta causa anche una ridotta percezione del contrasto, con seguente riduzione della acuità visiva, maggiore sensibilità alla luce intensa e all’ abbagliamento, prolungato nel tempo di adattamento. L’uso di lenti filtranti mediche è in grado di riequilibrare tali condizioni grazie al “taglio” della componente della luce blu.

Sistemi Aplanatici.

Sistemi telescopici per osservazioni non prolungate.

Un sistema aplanatico è particolarmente indicato quando ci si trova a dover utilizzare ingrandimenti medio/alti per poter leggere. Il sistema è costituito da un doppietto di due lenti positive piano convesse. I sistemi aplanatici sono utilizzati da molto tempo nei sistemi di misura, come per illuminare, in quanto hanno la proprietà di diffondere uniformemente la luce su tutta la superficie della lente garantendo una immagine di elevata qualità ed uniforme, prima di aberrazioni periferiche. Le due lenti sono montate su un supporto tubolare in policarbonato e le superfici piane delle lenti sono rivolte verso l’esterno. E’ noto infatti che più ci si avvicina all’oggetto più è importante che la superficie della lente sia più piana possibile. L’aplanatico è oggi l’unico sistema ottico per ipovedenti in grado di combinare alto ingrandimento e ampio angolo di campo (48°).

Ipercorrettivi prismatici

L’ausilio per ipovedente più discreto in commercio.

Un sistema ipercorrettivo prismatico consente all’ ipovedente di leggere a breve distanza creando una immagine ingrandita a livello retinico e con un minimo sforzo convergente. Infatti grazie all’ utilizzo di prismi a base interna ottenuti in fase di generazione delle lenti, ipercorrettivo prismatico è in grado di raggiungere elevate performance visive. L’utilizzo di lenti ad alto indice in aggiunta ad un attento design delle montature, in acetato con aste flessibili ed in titanio con aste flessibili, l’ipercorrettivo prismatico è l’ausilio per ipovisione più discreto in commercio. Gli ipercorrettivi prismatici danno distanze di focalizzazione molto ravvicinate per via delle alte diottrie. L’utilizzo dei prismi sposterà tale piano in una posizione più distale, in modo tale da ridurre lo sforzo in convergenza.